blatte_toscana_ambiente

CHI SONO GLI INSETTI STRISCIANTINel campo dei servizi entomologici, quando si parla in gergo di insetti striscianti, in realtà si fa riferimento non soltanto a insetti che colonizzano prevalentemente le superfici (pavimenti, pareti, ripiani, strutture), ma anche a organismi appartenenti a classi diverse dal punto di vista entomologico, come aracnidi e miriapodi infestanti.
Tra gli insetti striscianti più comuni nelle nostre zone possiamo citare blatte, pulci, pidocchi, zecche, formiche, pesciolini d’argento, coleotteri dei tappeti, ragni, scorpioni, acari, tarli, termiti e cimici dei letti.

Perché gli insetti striscianti non sono desiderati

Quando si parla di insetti striscianti ci si riferisce principalmente a insetti considerati infestanti, a causa degli effetti negativi che possono avere sulle persone, sugli animali e sugli ambienti in cui prolificano.
Alcuni insetti striscianti possono mordere o pungere con chele, aculei e pungiglioni e cagionare dolore e gonfiore e, in molti casi, può trasmettere persino malattie batteriche, virali e parassitiche sia agli umani che agli animali domestici (compresi salmonellosi, colera, dissenteria, epatite A e poliomielite). Gli insetti striscianti possono anche portare/produrre veleni, allergeni ed altre componenti metaboliche irritanti che, a causa della reazione immunitaria del corpo ai fluidi iniettati, sono capaci di causare non soltanto gonfiori, arrossamenti e pruriti, ma anche reazioni allergiche anche gravi come attacchi d’asma e shock anafilattici.
In certi casi la trasmissione di malattie batteriche, virali e parassitiche non avviene a causa di morsi o punture, ma a causa degli escrementi e dei rigurgiti di questi insetti che possono finire per contaminare le derrate alimentari, l’acqua e le superfici di casa e dei luoghi di lavoro.
Altri insetti striscianti possono essere infine responsabili del danneggiamento di manufatti lignei e cartacei o di tessuti, come è il caso dei tarli, delle termiti, dei pesciolini d’argento, etc..

Precauzioni per gli insetti striscianti

Difficile stabilire una strategia capace di impedire le infestazioni di qualsiasi tipo di insetto strisciante. Ogni insetto strisciante può generare una infestazione nel momento in cui trova condizioni favorevoli per la propria sopravvivenza e condizioni che sono favorevoli alla crescita di un insetto non è detto siano favorevoli alla crescita di un insetto diverso. In generale temperatura e disponibilità di cibo sono gli elementi determinanti.
In generale, per evitare che insetti striscianti finiscano per infestare la tua casa o il luogo del tuo lavoro è necessario eliminare (o almeno ridurre al minimo) le condizioni ideali per la loro proliferazioni. La presenza di cibo e di aree calde e asciutte, rendono le nostre case e i luoghi di lavoro un ambiente ideale allo sviluppo di colonie di insetti striscianti.
Per questo motivo la prima cosa da fare è sigillare per bene le riserve alimentari e pulire i locali con la giusta frequenza. Si verifichi anche lo stato dei rivestimenti per escludere la presenza di elementi non completamente sigillati, e dei serramenti (porte, finestre, etc.) per escludere la presenza di passaggi ed intercapedini. Eliminare crepe e fessure nei muri e le intercapedini formate dai mobili, onde evitare di offrire ghiotte possibilità di rifugio
E’ necessario essere scrupolosi per contenere le infestazioni di insetti striscianti.

Come riconoscere una infestazione di insetti striscianti

Parlare di infestazione di insetti striscianti può essere fuorviante. Il fastidio o il pericolo legato alla presenza di insetti striscianti non è strettamente legato all’ampiezza della colonia: anche pochi esemplari possono rappresentare un vero problema per la salute delle persone e degli animali domestici e per l’integrità delle derrate alimentari e dei manufatti.
Non a caso nel settore alimentare, per fare un esempio, ogni animale, domestico o selvatico, è considerato sempre infestante, a prescindere dall’ampiezza della colonia, e la sua presenza all’interno delle aree di lavoro è severamente vietata o impedita, trattandosi di una fonte di contaminazione estremamente pericolosa.
E’ per questo motivo che per stabilire le necessarie azioni da intraprendere serve -volta, volta- una corretta valutazione della situazione, con l’aiuto di tecnici specializzati.

Come interviene Toscana-Ambiente sugli insetti striscianti

Se la scrupolosità e le precauzioni non bastano, i professionisti di Toscana Ambiente possono intervenire tempestivamente ed eseguire trattamenti in emergenza e programmati, sia ad ampio spettro che mirati, laddove sono presenti insetti striscianti particolarmente pugnaci e resistenti.
Che si tratti infatti di blatte, formiche, pulci, zecche, ragni, acari, millepiedi, cimici o, più in generale parassiti e microrganismi patogeni, Toscana Ambiente utilizza i migliori prodotti sul mercato e le più avanzate tecniche di impiego, monitoraggio e controllo. Le strumentazioni utilizzate sono sicure e e all’avanguardia, e consentono di intervenire in modo preciso ed efficace.
Toscana Ambiente è azienda certificata UNI EN ISO 9001 ed è in grado di garantire un alto livello di qualità di servizio. Diffida dalle aziende che non esibiscono standard di qualità dello stesso livello.
L’alta qualità del servizio si accompagna con un costo contenuto perché la filosofia di Toscana Ambiente è che la qualità e la sicurezza debbano essere per tutti.
Se vuoi effettuare un controllo o se pensi di avere individuato i segni di un’infestazione o se ne hai la certezza, contatta i gli specialisti di Toscana Ambiente. Insetti, ragni e parassiti non hanno segreti per noi. Chiamaci senza impegno al numero +39 0583 495047, oppure contattaci online; ti risponderemo rapidamente e potremo trovare insieme la soluzione migliore per risolvere l’infestazione nella tua abitazione o nella tua azienda azienda.

CHIEDI UN SOPRALLUOGO GRATUITO ORA!

Risolvi subito il problema! Sopralluogo gratuito per la verifica delle condizioni ambientali in tutta la Toscana. Predi un appuntamento senza impegno!